Dott.ssa Angela Somma

Psicoterapia sistemico-relazionale

"Ogni sintomo è una forma di comunicazione".
Paul Watzlawick.



Nel vasto scenario di approcci psicoterapeutici, l’orientamento Sistemico-Relazionale, si distingue in particolar modo per l’idea di considerare l’individuo come facente parte di più Sistemi, rappresentati dalla coppia, dalla famiglia, dal proprio ambiente lavorativo o amicale, dalla società.

La terapia sistemica relazionale è un approccio orientato alla risoluzione di un disagio facendo riferimento al contesto (familiare, lavorativo, amicale,ecc.) in cui questo si esprime

Secondo quest’ottica, dunque, il lavoro del terapeuta si incentra e si concentra principalmente sulle Relazioni più significative e il contesto in cui la persona è inserita.

Indagando la storia delle relazioni, sia che si tratti di terapia individuale che di coppia o della famiglia, il terapeuta si pone l'obiettivo di comprendere quali dinamiche, quali fattori, quali legami hanno contribuito all'emergere del sintomo o del problema. Inoltre esplora la funzione che il sintomo riveste per i membri del sistema in esame, infatti esso esiste, si consolida e si alimenta solo se svolge una funzione utile a tutti i componenti della famiglia, seppur in modo doloroso. 

Il terapeuta ha il compito di comprendere, insieme al paziente, quali significati e funzioni esprime quel sintomo e attraverso quali modi alternativi e meno dolorosi si possono rinnovare i legami, rinegoziare gli accordi e rivedere i propri modelli, senza patologizzare necessariamente le crisi, inserendole invece in una trama di senso.